www.primapersona.eu/lazio

SCUOLE APERTE, DONNE LIBERE per una crescita inclusiva

Associazione Italia 2020 - 24.01.2013

www.associazioneitalia2020.it

 

 

Obiettivi

Utilizzare gli istituti scolastici per l’offerta di un servizio integrativo di assistenza e intrattenimento dei bambini dai 3 agli 11 anni al fine di conciliare i tempi di vita delle donne con quelli lavorativi. Creare presso i locali degli istituti scolastici un servizio integrativo di assistenza e intrattenimento dei bambini dai 3 agli 11 anni – le fasce di età coperte dalla scuola per l’infanzia e primaria 12 ore al giorno per 12 mesi all’anno - capace di assicurare in orario extra-scolastico la crescita culturale dei figli in un ambiente sicuro e protetto. Il servizio è pensato per combinare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne con le potenzialità sotto-utilizzate delle infrastrutture scolastiche, puntando a valorizzare il patrimonio immobiliare scolastico e le relazioni “fiduciarie” tra famiglie e scuole.

 

Azioni

Realizzare un servizio di qualità che si basi su un su un progetto ludico-didattico-sportivo predefinito e in grado di essere economicamente competitivo rispetto alle alternative al momento disponibili sul mercato attraverso:

 

- lo sfruttamento delle opportunità esistenti nel territorio - rete di soggetti istituzionali, strutture interessate, per creare ex novo le condizioni per l’offerta di servizi alle famiglie;

- l’erogazione di servizi ad alta qualificazione - la rete, attraverso i propri nodi, dovrà erogare un servizio ad alta integrazione con i bisogni delle famiglie e con le scuole dell’infanzia e primarie, concorrendo con un’offerta specialistica e qualificata di servizi alla crescita umana e culturale delle giovanissime generazioni;

- la diffusione delle best practice di assistenza - l’esperienza delle strutture associative oggi esistenti, il loro know-how consolidato, che abbraccia sia le attività tecnico–operative che quelle più squisitamente manageriali, dovrà essere messo a sistema ad opera dei soggetti istituzionali attraverso la creazione di service package costituiti da brand, modelli, strumenti e procedure capaci di elevare e professionalizzare il servizio a garanzia delle scuole e delle famiglie;

- lo sviluppo di iniziative locali non profit - uno degli obiettivi principali è quello di sviluppare le iniziative imprenditoriali esistenti sui mercati locali e di contribuire alla creazione di nuovi soggetti in aree di mercato non coperte (ai quali erogare anche un’attività di assistenza specialistica in fase di start – up).

 

La realizzazione della proposta presuppone l’attivazione di azioni di sistema che vadano a modificare il contesto di riferimento come modifiche normative, la definizione di standard per la gestione del servizio, la definizione di procedure di accesso e il coinvolgimento di diversi attori (regioni, MIUR, ecc.).

 

Risultati attesi

La realizzazione della proposta genererà seguenti risultati: economici - relativi al risparmio ottenibile dalle famiglie, quantificabile tra i 5 e i 7 € per ora, per un totale annuo di circa € 3.000 per famiglia; educativi - dovuti alla migliore crescita culturale e civica che si è in grado di offrire ai propri figli grazie ai programmi didattico-educativi extra-curriculari svolti nelle ore di assistenza e ambientali - l’ambiente scolastico è garanzia di qualità e sicurezza anche al di fuori dell’orario di lezione ordinario.

Dal punto di vista economico-sociale, la diffusione a regime su tutto il territorio sarà in grado di produrre ricadute importanti:

• 2 miliardi di euro di volume di affari complessivo;

• 240 milioni di euro a disposizione delle scuole per l’utilizzo dei locali scolastici sotto forma di contributi alle spese di gestione;

• 2.500 imprese potenzialmente coinvolgibili, con particolare riguardo alle imprese sociali;

• 12.500 posti di lavoro con la possibilità di riconvertire le figure professionali inutilizzate (ex baby-sitter) in risorse per la gestione del servizio 12 x 12 in forma imprenditoriale o di collaborazione.

Tags

Voting

43 votes
Idea No. 21